EDITORIALI

madonna-di-fatima-editoriale-fides-catholica

Co-Redenzione e Consacrazione alla Vergine Maria alla Luce di Fatima
Un messaggio per questo tempo

Anno XV, 1-2020

IL MESSAGGIO DI FATIMA: UNA CHIAMATA ALLA CO-REDENZIONE CON IL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

Il Messaggio di Fatima nella sua interezza è un invito a collaborare con la Madonna per la salvezza dell’umanità. Questa cooperazione, che tecnicamente può essere espressa come “co-redenzione”, ha un ruolo centrale in tutto il Messaggio, essendo presente fin dalla prima apparizione della Bianca Signora il 13 maggio 1917, durante la quale Ella chiese ai tre pastorelli se erano pronti ad offrirsi a Dio e a sopportare tutte le sofferenze che Egli avrebbe inviato loro come atto di riparazione per la conversione dei peccatori. I bambini risposero che erano pronti. La Madonna, accettando l’oblazione della loro volontà, disse che avrebbero avuto molto da soffrire, ma la grazia di Dio sarebbe stata il loro conforto. Nell’apparizione di luglio, la Madonna ha insegnato ai pastorelli ad aggiungere una piccola preghiera per accompagnare l’offerta dei sacrifici a Dio: «O Gesù, è per amore tuo, per la conversione dei peccatori e in riparazione dei peccati commessi contro il Cuore Immacolato di Maria».

mons-antonio-livi-editoriale-fides-catholica

In Memoria Di Mons. Antonio Livi

Anno XV, 1-2020

Come i lettori sapranno, mons. Antonio Livi è deceduto il giorno 2 aprile 2020 dopo una lunga malattia e lenta agonia. A mons. Livi, alla sua grande umanità unita a una profonda conoscenza filosofica e teologica, la nostra rivista Fides Catholica deve molto. In un momento di grande difficoltà che il nostro periodico stava attraversando, con molta carità e amore per la verità, si offerse di prendere le redini in mano divenendone il direttore editoriale. Nel 2015 firmò il suo primo editoriale rimanendo alla guida della rivista fino al 2019, offrendo contributi altamente interessanti, una sorta di sintesi della sua specializzazione e assidua speculazione: la filosofia aletica del senso comune quale liminare obbligatorio per saggiare la ragione e in ultima analisi una vera teologia e distinguerla da una mera filosofia religiosa.

Il ritorno del Nominalismo

Anno XIV, 2-2019

Viviamo in una Chiesa dominata dal “secondo me”. Il sinodo sull’Amazzonia recentemente tenutosi a Roma dal 6 al 27 ottobre 2019 e più ampiamente la «conversione sinodale» voluta da Francesco sono diventati catalizzatori del soggettivismo dogmatico . Prova di ciò è il documento finale dell’ultimo Sinodo, in cui, dopo aver sottolineato l’importanza di una conversione sinodale per tutta la Chiesa secondo lo stile amazzonico, si arriva però a proporre dottrine nuove contro la dottrina della Fede e il suo sviluppo costante.

Un «collasso della teologia morale» alla radice della crisi

Anno XIV, 1-2019

Gli appunti scritti da Benedetto XVI sulle radici della crisi morale nella Chiesa Cattolica in vista dell’incontro vaticano sugli abusi dello scorso febbraio[1]hanno destato costernazione tra alcuni e speranza tra altri. Costernazione tra chi ha letto la “mossa” di Ratzinger come un attentato alla libertà magisteriale di Francesco, rispondendo così indirettamente ai dubiasollevati qualche anno fa da quattro cardinali.

Non sviluppo ma progresso dottrinale

Anno XIII, 2-2018

Lo scorso 11 maggio 2018, il Santo Padre Francesco, nell’udienza concessa al Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, ha approvato una nuova redazione del n. 2267 del Catechismo della Chiesa Cattolica,

Come la Teologia morale egemone ha usurpato il ruolo ecclesiale del Magistero

Anno XIII- 1-2018

Quello che ho spiegato in Vera e falsa teologia1 sulla Teologia morale che parte da premesse epistemologicamente inadeguate è ampiamente confermato dalla ricezione teologica

Se la Teologia perde il rigore della logica non è più vera scienza al servizio della Fede ma mera sofistica al servizio di un’ideologia

Anno XII, 2-2017

La manifestazione più chiara del carattere sofistico dei discorsi con cui i teologi progressisti sostengono le loro tesi è la decisione metodologica di non sottometterle alle leggi della logica,

Tracce dell’«eresia dell’informe» nel linguaggio di un Magistero che non vuol essere dogmatico

Anno XII, 1-2017

I criteri di Logica epistemica sulla base dei quali ho stabilito la distinzione tra vera e falsa teologia sono tutti riconducibili a questo fondamentale assunto: ogni ipotesi di interpretazione

Il necessario discernimento teologico nell’inculturazione della Verità rivelata

Anno XI, 2-2016

La Teologia contemporanea, negli autori e nelle scuole che si presentano come interpreti dell’aggiornamento “conciliare”, ha messo da parte la parola e la sostanza dell’Apologetica teologica

La critica teologica al servizio di una pastorale responsabile

Anno XI, 1-2016

Dalla fondazione a oggi, la nostra rivista di Apologetica Teologica si è sempre adoperata, con la massima coerenza, per fornire all’opinione pubblica cattolica quegli strumenti razionali

La pastorale della Chiesa, quando non è più al servizio del progetto di Dio, finisce per servire un qualsiasi progetto umano

Anno X, 2-2015

Negli ultimi tempi, la pastorale della Chiesa cattolica – a tutti i livelli: dal sommo Pontefice agli operatori della pastorale “di strada” – appare guidata dal convincimento

Cosa fare perché l’annuncio cristiano torni credibile e persuasivo?

Anno X, 1-2015

Non occorre argomentare molto per dimostrare quanto siamo in una profonda crisi di fede. Certamente si rilevano delle grandi richieste di spiritualità, ma ciò non attenua (anzi!) la crisi del Cattolicesimo, che è soprattutto crisi della

Il mistero della famiglia: Perché è così odiata e perché bisogna difenderla

Anno IX, 2-2014

Alcuni articoli di questo numero sono dedicati alla famiglia. Si tratta di una scelta che trova la sua spiegazione in motivi che non hanno bisogno di essere richiamati tanto sono di stringente attualità. La famiglia è in crisi, lo si

Il mistero della Santa Chiesa, l’Eucaristia e il nostro diventare sacrificio

Anno IX, 1-2014

Ogni volta che celebriamo la Liturgia della Dedicazione del tempio sacro, luogo dove ci raccogliamo per rivolgere a Dio le nostre preghiere, le nostre ardenti suppliche, luogo dove

L’obbedienza è ancora una virtù

Anno VIII, 2-2013

Ebbe molta eco quella frase di don Milani contenuta nella Lettera ai cappellani militari, «l’obbedienza non è più ormai una virtù, ma la più subdola delle tentazioni», in cui

Principi non negoziabili. Per ripartire dalla vita

Anno VIII, 1-2013

Con nuove e forti convinzioni, oggi, nel nostro panorama sociale e culturale così variegato, ma fortemente instabile, dobbiamo essere promotori di una cultura della vita,

Ragione Fede dubbio

Anno VII, 2-2012

Da un po’ in qua il trittico indicato nel titolo diventa sempre più insistentemente assonanza di prospettive, di inseparabili mondi con cui confrontarsi quando ci si rivolge alla

Quel dissidio tra la Fede e il suo annuncio

Anno VII, 1-2012

Ci prepariamo alla celebrazione di un Anno della Fede che inizierà il prossimo ottobre 2012, unito al cinquantenario dell’inizio del Concilio Vaticano II e al ventennio della promulgazione

Un “Anno della Fede” a cinquant’anni dal Concilio. Tra ermeneutiche in conflitto

Anno VI, 2-2011

L’11 ottobre 2012, cinquantesimo anniversario dell’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II e ventesimo della promulgazione del Catechismo della Chiesa Cattolica, segnerà l’inizio dell’“Anno della Fede”, voluto da

Il Vaticano II: Un Concilio Ecumenico della Chiesa Cattolica. Perche’ tanti abusi post-conciliari?

Anno VI, 1-2011

La situazione della Chiesa oggi. La Chiesa oggi vive una situazione più dolorosa di quella del tempo del modernismo. Non si mettono in discussione le verità della fede, ma semplicemente

Il Vaticano II: Un Concilio Pastorale. Analisi storico-filisofico-teologica

Anno V, 2-2010

Il Seminario Teologico “Immacolata Mediatrice”, dei Francescani dell’Immacolata, ha organizzato un convegno di studi sul Concilio Ecumenico Vaticano II, nei giorni 16-17-18 dicembre 2010, presso l’Istituto Maria SS. Bambina di Roma. Mossi dal

Il Sacerdozio Ministeriale: “L’Amore del Cuore di Gesu'”

Anno V, 1-2010

Il Santo Padre Benedetto XVI ha voluto donare a tutta la Chiesa un altro tempo di grazia dopo la celebrazione dell’anno paolino: un anno sacerdotale dedicato ad approfondire la figura e la missione del sacerdote nella Chiesa.

La riforma liturgica: di che si tratta?

Anno IV, 2-2009

Tanti sono i motivi che fanno sperare in una nuova primavera liturgica per l’intera Chiesa, in una liturgia vissuta e celebrata quale sublime momento dell’incontro tra la terra e il cielo, tra Dio e l’uomo.

Concilio Ecumenico Vaticano II: Un nodo da sciogliere

Anno IV, 1-2009

Ritornare a parlare del Concilio? Sì, perché si tratta di un tema spinoso e sempre carico di sorprese. Nella Chiesa di oggi si può leggere sul viso dei cattolici un duplice stato d’animo: baldanza e amarezza. Esiste

Inferno e dintorni: E’ possibile un’eterna dannazione?

Anno III, 2-2008

Anche quest’anno il Seminario Teologico “Immacolata Mediatri-ce” dei Francescani dell’Immacolata, con la collaborazione di validi professori di diverse Facoltà teologiche ed Università Pontificie, e con la benedizione dell’Arcivescovo di

Nova et Vetera nel canto della Liturgia

Anno III, 1-2008

l 7 di luglio ricorre il primo anniversario della promulgazione del Motu Proprio Summorum Pontificum del papa Benedetto XVI, volto a ripristinare l’uso del Messale di Pio V ultimamente modificato da Gio-vanni XXIII nel 1962, e pertanto l’uso della liturgia anteriore

KARL RAHNER: Un’analisi critica

Anno II, 2-2007

È il titolo del Convegno di studi che si è svolto a Firenze nella bellissima cornice del Cenacolo del Ghirlandaio (Borgo Ognissanti, 42) nei giorni 22 e 23 novembre 2007, organizzato dal Seminario Teologico Immacolata Mediatrice

«Sacramentum caritatis» in veritatem

Anno II, 1-2007

L’Eucaristia è «il sacramento della carità», scrive Benedetto XVI – citando la Summa Theologiae, III, q. 73, a. 3 – nella sua prima Esortazione Apostolica post-sinodale che raccoglie le proposte, i suggerimenti, le riflessioni emerse nel recente Sinodo dei Vescovi, svoltosi in

Il Buon Pastore

Anno I, 2-2006

Nell’arte cristiana la figura del buon pastore costituisce insieme con l’orante, uno dei due ideogrammi della storia della salvezza. In essa quasi come in compendio, si racconta all’ammiratore la lunga storia dell’amore salvifico di Dio.

Fides Catholica

Anno I, 1-2006

Una nuova rivista teologica dal titolo Fides Catholica, a cura del Seminario Teologico Immacolata Mediatrice dei Francescani dell’Immacolata vede gli albori, quando già si levano le prime luci di un nuovo pontificato che amerei definire “teologico”.