COMMENTARIA

Coronavirus Image

Tecnoburocrazia sanitaria, utopia gesuitica e stato mondiale

Anno XVI, 2-2020

Non c’è dubbio che il clima filosofico della Restaurazione sia stato propizio a che la sistematizzazione del sapere scientifico attribuita all’Illuminismo da un tipico esponente del pensiero positivista come Hippolyte Taine si determinasse ulteriormente nella direzione dello scientismo tecnocratico, quello che tuttora informa la mentalità comune; e ciò mediante l’opera di un uomo che aveva esperito fino in fondo la vita del Settecento, il conte Claude-Henri de Saint-Simon.

Vatican II

Il Vaticano II e il calvario della Chiesa

Anno XVI, 2-2020

Si è riacceso di recente il dibattito sulla corretta interpretazione del Concilio Vaticano II. È vero che ogni Concilio porta con sé problemi interpretativi e molto spesso ne apre di nuovi anziché risolvere quelli prefissatisi. Il mistero porta sempre con sé una tensione tra il detto e l’indicibile. Basti rammentare che il problema della consustanzialità del Figlio con il Padre del Concilio di Nicea (325) contro Ario fu stabilita in modo inconcusso solo sessant’anni dopo con il I Concilio di Costantinopoli (385), quando fu definita anche la divinità dello Spirito Santo. Venendo a noi, dopo circa sessant’anni dal Concilio Vaticano II, abbiamo non la chiarificazione di qualche dottrina di fede ma un ulteriore obnubilamento.

gesu-apostoli-fides-catholica

Chi sono io per parlare?

Anno XV, 1-2020

La situazione presente della Chiesa è davvero raccapricciante. Una lotta intestina ingaggiata tra verità e potere la logora. Verità significa fede da accogliere e da custodire così come ricevuta da Cristo attraverso gli apostoli; potere invece è l’uso della propria autorità per cambiare a tutti i costi la fede e adattarla al sentire della cultura dominante. Sembra che un riverbero di questa lotta si manifesti sul piano morale nell’antagonismo tra castità e impurità, tra la conservazione del Matrimonio e del Sacerdozio per ciò che sono e l’imporsi del libertinismo e del desiderio di scegliere ciò che invece è più comodo e più facile, giustificato con parvenze di dottrina.

gnosi-cristianesimo-home

Cristianesimo, immigrazione e gnosi

Anno XV, 1-2020

Il pensiero cattolico ha elaborato da secoli tutte le risposte alla questione dell’immigrazione: dietro il ribaltamento della dottrina tradizionale in merito, oltre all’influsso di potenti correnti intellettuali contemporanee, si cela uno dei più antichi nemici del Cristianesimo, la gnosi.

chiesa-pandemia-intervista-fides-catholica

«Se Dio non fosse all’opera anche in una pandemia, non saprebbe più trarre il bene dal male»: un’intervista con padre Serafino M. Lanzetta

Anno XV, 1-2020

La presente intervista è stata condotta da Aurelio Porfiri ed è stata pubblicata originariamente on-line nel sito di Aldo Maria Valli.
La pandemia è un castigo di Dio?
Partiamo dall’adagio popolare, secondo cui “non si muove foglia che Dio non voglia” e chiediamoci: qual è il rapporto tra un evento storico in generale, e in questo caso specifico una pandemia, e Dio? L’accadimento è legato alla Provvidenza oppure Dio è assente mentre gli eventi scorrono sotto i nostri occhi?

Tradizioni petrine nella Roma del IV secolo: il caso dello Pseudo-Egesippo

Anno XIV, 2-2019

Nella ricerca da me effettuata e di cui presento in questo abstract solo una parte, mi sono occupata di analizzare le relazioni tra la Passione di Pietro e Paolo scritta dallo Pseudo-Egesippo e le tradizioni precedenti e coeve su Pietro a Roma.

L’occidentalismo cristiano di Pëtr Čaadaev

Anno XIV, 1-2019

La riflessione sul destino storico della Russia, che sappiamo avere una portata escatologica, ha ricevuto un impulso decisivo da Pëtr Jakovlevič Čaadaev, un pensatore influenzato dalla scuola cattolica tradizionalista; né questo è l’unico motivo di interesse della sua figura e della sua opera.

La vera idea della Rivoluzione di Franciadi Francesco Soave e la pubblicistica controrivoluzionaria coeva

Anno XIV, 1-2019

Mentre Francesco Soave pubblicava la Vera idea della Rivoluzione di Francia, un illustre contemporaneo (fra i molti che ne erano rimasti inorriditi) andava compendiando in versi la situazione venutasi a creare nel paese transalpino, con quest’efficacia: «Vil scelleranza, a cui licenza arride, tutto l’altrui fa suo; gli schiavi ha sciolti: liberi, e buoni in duri ceppi ha colti; odia i tiranni, e libertade uccide:

Una crisi senza precedenti

Anno XIII, 2-2018

In seguito al report del Grand Jury della Pennsylvania (USA), circa i gravissimi casi di abusi sessuali commessi dal clero negli ultimi 70 anni e al caso dell’arcivescovo americano McCarrick, insieme ad altri fatti gravissimi di abusi sessuali ormai diffusi quasi ovunque – in Cile, Honduras, Australia, Germania, Inghilterra, Irlanda –,

La tradizione del Diritto comune

Anno XIII, 2-2018

Secondo una definizione generalissima, ma non priva di verità anche se fatta oggetto di alcune critiche (Paolo Grossi1), il Diritto comune è il Diritto romano applicato in epoca medioevale. Questa definizione, che risale almeno a Friedrich Carl von Savigny, che distingueva dall’uso antico un uso medievale e un uso moderno del Diritto

L’anticristo. Aspetti biblici e sistematici

Anno XIII, 1-2018

Riportiamo due interviste di don Manfred Hauke sulle apparizioni della Madonna a Međugorje, la cui autenticità è ancora da essere esaminata a fondo e chiarita definitivamente dalla Chiesa. Nel frattempo si è pensato di dare una soluzione pastorale al fenomeno, tacendo però sulla sua bontà dottrinale. La situazione di

L’anticristo secondo Reinhard Raffalt

Anno XIII, 1-2018

In seguito al report del Grand Jury della Pennsylvania (USA), circa i gravissimi casi di abusi sessuali commessi dal clero negli ultimi 70 anni e al caso dell’arcivescovo americano McCarrick, insieme ad altri fatti gravissimi di abusi sessuali ormai diffusi quasi ovunque – in Cile, Honduras, Australia, Germania, Inghilterra, Irlanda –, la